Una iniziativa LS Lexjus Sinacta


Edizione 2021

Diretta streaming
16 Giugno 2021

"Smart working e PMI: da soluzione d’emergenza a strategia per la sostenibilità"

Istruzioni per partecipare

Link all'evento


Evento

Edizione 2021

"Smart working e PMI: da soluzione d’emergenza a strategia per la sostenibilità"

Focus PMI, l’osservatorio annuale sulle piccole e medie imprese Italiane promosso da LS Lexjus Sinacta, organizza il 16 giugno 2021, per la sua undicesima edizione, il convegno in diretta streaming "Smart working e PMI: da soluzione d’emergenza a strategia per la sostenibilità".

Scopo dell’iniziativa sarà stimolare il confronto tra personalità di spiccata autorevolezza sul tema attualissimo per il mondo delle piccole e medie imprese italiane.

È stato commissionato uno studio sul tema “Smart working e PMI: da soluzione d’emergenza a strategia per la sostenibilità” all’Istituto di Management (IDM) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, eccellenza accademica italiana e partner tecnico-scientifico di questa edizione.

Come consuetudine la presentazione della ricerca aprirà il convegno.

Il lockdown ha promosso un cambiamento radicale del concetto di spazio e tempo di lavoro, promuovendo inizialmente il lavoro a distanza e velocizzando l’avvento dello smart working, che sarà una modalità di lavoro molto diffusa nella nuova normalità che ci attende.

Ma quali sono gli impatti e quali le potenzialità delle soluzioni di lavoro a distanza?

Lo studio indaga sulla possibilità dello smart working di rendere le città più sostenibili, efficienti e in armonia con l’ambiente, promuovere la qualità della vita, tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori, per sopravvivere a crisi di portata globale; riflettere sull’esperienza emergenziale può orientare le imprese verso l’adozione di pratiche più sostenibili, proponendosi come promotori della creazione di smart cities ed ambienti di lavoro innovativi, ma anche favorendo il lavoro svolto nei piccoli centri, rigenerando i territori.

La legge n. 81 del 2017 ha introdotto lo smart working (o lavoro agile) allo scopo di incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro: trattasi di una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato organizzato per fasi, cicli e obiettivi, senza vincoli di orario e luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici; la prestazione lavorativa non è necessariamente localizzata nell’ambiente domestico, fatto inevitabile durante il lockdown, ma è eseguita in parte nei locali aziendali e in parte all’esterno, senza postazione fissa.

Con il Covid-19, la necessità di distanziamento sociale ha reso il lavoro a distanza ed a seguire lo smart working, una misura di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, estesa, con procedure di semplificazione e sospensione degli accordi individuali, a 8 milioni di lavoratori (vs. 570.000 prima della pandemia) per garantire la continuità operativa in sicurezza durante la crisi. Le criticità e le potenzialità emerse durante questa sperimentazione di massa del lavoro agile portano a interrogarsi sulle prospettive future e sulle possibilità di razionalizzazione di un nuovo modello di lavoro smart che consenta di competere, condividere e innovare.

Le edizioni precedenti

Le edizioni 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019 del Focus PMI, tenutesi a Bologna , Roma e Milano hanno affrontato temi di grande attualità per il nostro Paese:

“Le Reti per l'Internazionalizzazione:
itinerari innovativi di sviluppo per una maggiore competitività”, Bologna 2011

“L’Italia tra crisi e opportunità.
Le eccellenze delle PMI strumento per sfide internazionali e leadership sui mercati” , Roma 2012

“PMI e Banche: soluzioni per il dialogo.
Internazionalizzazione, aggregazioni e reti d’impresa: occasioni per il rilancio del sistema”, Milano 2013

“ PMI: Innovare per competere. Un percorso obbligato” , Milano 2014

“PMI: IL VALORE ECONOMICO DELLA LEGALITÀ. La crescita nel rispetto delle regole”, Milano 2015

“PMI e Pubblica Amministrazione. Un rapporto difficile tra istanze di semplificazione e rispetto delle regole”, Roma 2016

“Efficienza della giustizia come valore dell’impresa”, Bologna 2017

”PIR: Capitali alternativi alla ricerca delle PMI”, Milano 2018

“Le nuove forme di finanza alternativa e di innovazione tecnologica a servizio delle PMI: Basket Bond, Crowdfunding e Big Data”, Milano 2018

“L’economia circolare a sostegno della competitività delle PMI”, Milano 2019

Gli argomenti sono stati dibattuti all’interno dei convegni che, prendendo spunto dalle indagini statistiche elaborate nelle Ricerche presentate, hanno visto autorevoli personalità del mondo economico, finanziario e politico alternarsi in tavole rotonde di alto profilo. Un vero e proprio dibattito costruttivo che ha permesso di analizzare i punti di vista dei diversi stakeholders e di delineare, oltre ad un’analisi del presente, ipotesi di future politiche industriali nel mondo delle PMI